Brevissima fenomenologia del declino di Angela Merkel

by Lorenzo Piccoli


Credo che raramente in Europa un cancelliere verrà ricordato con tanto astio quanto Angela Merkel. Con ogni probabilità, sarà lei ad essere considerata la responsabile principale dello sfascio dell’Unione Europea, a torto o a ragione. I media, da diversi mesi ormai, hanno adattato la propria narrativa e dipingono Ms Merkel come una cocciuta egoista. La Germania, sussurrano in molti, non ha altro da guadagnarci da questa crisi. In effetti, in un contesto europeo fortemente recessivo, l’economia tedesca rimane estremamente florida. Ms Merkel viene dipinta attraverso gli stereotipi usati per i tedeschi (rigorosa, quasi ottusa) e per le donne (goffa, egoista, cocciuta). Da tempo, ormai, é isolata. Personalmente, ammiro la sua capacità di tenere sempre i nervi saldi il timone dritto; ma mi sembra anche che, in un momento in cui l’Europa ha un disperato bisogno di leader carismatici e con idee nuove, Ms Merkel manchi di entrambi.

Photo: Werner Schnell @Flickr

Advertisements