Libri e altri regali personali

by Lorenzo Piccoli


Poco prima di Natale riportavo una breve riflessione sul dono per contrastare la decadenza del dono come manifestazione sibillina di un consumismo marcio. Il dono, tuttavia, può anche essere intelligente. A questo riguardo: ci sono alcuni regali più intelligenti di altri. E sono proprio quelli che la maggior parte della gente scarta a priori, bollandoli come banali. Erri De Luca scrive che generalmente “Di mio preferisco regalare vino, che è un modo di essere ricordato brevemente, a sorsi”. E’ la bellezza dei regali che in qualche modo si usano (perché si mangiano, perché si vivono, perché si leggono). Infatti, anche i libri sono bellissimi doni, a patto di saperne trovare di adatti e pur originali rispetto alla persona che li riceve. In alternativa, vale bene anche un abbonamento ad una rivista internazionale di qualità (lo suggerivo per natale), necessaria per tutti i miei coetanei che oggi leggono solo cose italiane, mordi e fuggi e prive di approfondimento. Cosa ci volete fare, ho questa mentalità sfacciatamente borghese.

Advertisements