Politici bugiardi

by Lorenzo Piccoli


Il mio ultimo articolo per Unimondo su fact checking, fact checkers e politica.

Anche durante questa campagna elettorale dati, cifre e fatti hanno ricoperto un ruolo centrale. La maggiore polemica è stata quella innescata dall’articolo di Niall Ferguson pubblicato su Newsweek e interamente costruito su una serie di dati falsi o, quantomeno, molto controversi. Il partito Democratico, in particolare, accusa i rivali Repubblicani di utilizzare dati falsi per depistare gli elettori. Queste polemiche riguardano ogni tipo di affermazioni, da quelle di interesse pubblico a quelle, per così dire, legate alla sfera privata. Esemplare in questo secondo ambito il caso del candidato vice-presidente repubblicano Paul Ryan, che nel corso di un’intervista dichiarò di aver corso una maratona in meno di tre ore. In realtà ne aveva impiegate quattro e oltre, come fu appurato dai fact checkers. La credibilità di Paul Ryan ne uscì piuttosto malconcia. Non è un caso che alla convention democratica di settembre uno dei passaggi di maggior successo del discorso di Bill Clinton è stato proprio quello relativo all’incapacità dei Repubblicani di farsi dettare l’agenda dai fact checkers.

Advertisements