Lorenzo & his humble friends

The fool doth think he is wise, but the wise man knows himself to be a fool

6AM

Tomorrow morning at 6AM I am flying to Italy to help in the finalization of this event (also on Facebook: here) that kept me busy for several months.

935059_10201087183923841_1197077774_n

If you are in town come to see me. I will greatly appreciate your presence in the public. I will fly back to Brussels next Saturday, May the 18th.

Women

Almost half of the people working for the EU are women. It must be said that the persons who sit on top of all the institutions are men. But women do already have a fundamental role and you see a lot of them walking in the streets busy while talking on their mobile phones. I realized this is something is really notice. It should be natural that way, but unfortunately it is not, especially if you come from Italy.

I coprofili del Caimano

Ho smesso di leggere il blog di Alessandro Gilioli qualche tempo fa. E’ uno dei blog più letti d’Italia e probabilmente per una buona ragione, ma io trovo che – come Repubblica – si sia lasciato imprigionare dalla sindrome di Stoccolma verso Berlusconi e il berlusconismo. Bisogna riuscire a parlar d’altro per andare oltre due decenni di macelleria sociale.

Ma comunque. Oggi moltissimi miei contatti condividevano un post di Gilioli. Alla fine lo ho letto e adesso lo condivido anche io.

Alessandra Galli, la presidente della Corte d’appello che ieri ha condannato Berlusconi, era una mia compagna di scuola, al Berchet di Milano, più di trent’anni fa. L’ultima volta che l’ho vista era in lacrime, poco dopo l’omicidio di suo papà. Era l’anno della mia maturità, lei si era diplomata l’anno prima e faceva già Giurisprudenza, alla Statale: dove appunto uccisero suo padre. Leggi tutto.