Lorenzo & his humble friends

The fool doth think he is wise, but the wise man knows himself to be a fool

La vittoria mutilata?

Ultimamente di vittorie mutilate ce ne sono state parecchie. Basti pensare a quella di un partito che era il primo partito alle elezioni politiche nazionali e ora vive in uno stato di penosa agonia. Dalla politica allo sport il passo è breve, e l’ultima vittoria mutilata è quella di Vincenzo Nibali, eterno enfant prodige del ciclismo italiano che domani si avvia a vincere il suo primo Giro d’Italia. Nibali non ha vinto questo Giro: lo ha dominato dall’inizio alla fine. La sua vittoria, mai in discussione, sembrava scritta già nella prima settimana. E questo ha tolto pathos al suo successo. Personalmente preferisco le vittorie sofferte: la dominazione, nel ciclismo come nella Formula 1 o nel calcio, è noiosa e poco appassionante. Molto più coinvolgenti le sfide, meglio se con un grande rivale, la nemesi: Pantani contro Ullrich, Simoni contro Garzelli, Schleck contro Contador, per dire. Quest’anno Nibali non ha avuto rivali. Non ce n’erano proprio: Ivan Basso si è ritirato prima dell’inizio della gara per un virus, stesso virus che ha poi colpito Bradley Wiggins e Ryder Hesjedal. Cadel Evans, Samuel Sanchez, Michele Scarponi e Rigoberto Uran sembravano lontani anni da luce da Vincenzo Nibali e non hanno mai messo in discussione la corsa. Peggio ancora: la gara è stata mortificata dal taglio o sospensione di alcune tra le tappe più significative, quelle con arrivo sul Galibier e sulle Tre Cime di Lavaredo. E’ stato un Giro noioso e poco divertente. Peccato, perché il percorso sulla carta era molto interessante e Nibali avrebbe meritato di vincere dopo una competizione più avvincente.

It’s 2013, And They’re Burning ‘Witches’

Two pictures from freelancers Jo Chandler and Vlad Sokhin’s reportage on Papua New Guinea, where belief in black magic persists and women are blamed, accused of sorcery and branded as witches.

First is a photo of Angela, naked, gashed and burned, surrounded by the torpid crowd. Second is a photo of the gang “Dirty Dons 585”, who admit to rapes and armed robberies in the Port Moresby area.

bae8519556b1b930acb2fafbe22b1284
c58b3e5830cc409b7d31053668de26a8

See and read the full reportage here.