Lorenzo & his humble friends

The fool doth think he is wise, but the wise man knows himself to be a fool

Il Giro 2013

Che dire: è stata una bella avventura, nonostante il Giro sia veramente un circo. A livello professionale ci sono delle figure da cui si può imparare, unite ovviamente a dei cialtroni cosmici (anche a livello dirigenziale).

Per quanto mi riguarda la sala stampa è un bel covo di pazzi e gestire i loro pronostici è stato divertente, così come sentire gli aneddoti sui giri passati sia da loro che dagli altri che lavorano nell’ organizzazione. Alla partenze e all’arrivo poi respiri proprio il clima della corsa visto che sei attaccato ai corridori. Uno degli aneddoti più divertenti è stato quello di Danilo Hondo che, con Paolini e Pozzato prende per la maglia Ermeti sul Moncenesio per impedire che facciano corsa dura fin dall’inizio tappa. Rissa semisfiorata e ammiraglia della Bardiani che sorpassa tutti urlando “mafiosi!”.

I trasferimenti sono stati parecchio stancanti, soprattutto quelli dall’arrivo alla partenza del giorno dopo.

Infine: vivere dentro la corsa è stata una sensazione particolare per me, molto bella. Si ripartisse fra una settimana lo rifarei.

Alvise.

Diffamando

Leggendo alcune delle keywords per cui navigatori casuali arrivano qui tramite google, verrebbe da pensare che questo blog nasce con uno scopo primariamente diffamatorio:

  • ‘angela merkel cocciuta’
  • ‘federica pellegrini viziata e presentuosa’
  • ‘marco bracconi leccaculo’
  • ‘scout paramilitari’