I russi non corrono

by Lorenzo Piccoli


Un post sul ciclismo, ma anche sulla drammatica situazione dei proprietari si biciclette a Firenze, giusti o ingiusti che siano, ricchi o poveri, guitti o biscazzieri.

Ciao Lò, questo mi scrive il poeta della bici: alle 7.15 da piazza Edison andiamo a 3-400 metri dalla vetta, ho visto l’angolo perfetto per passare la giornata. tv, pubblico caldo, caffè gratis dalla casa vicina e ampia visuale sul tratto duro della salita. dopol’ultimo passaggio fuga in cima per il maxischermo! tanta gente ci raggiunge nell’arco della mattina, fammi sapere che fai te! (comunque i posti si trovano sempre, ci si pigia e basta)

Lorenzo: Ok. Vengo con Anna Katherina, Jonas, e forse una coppia di cari amici romani/torinesi.

Gianluca: Avevo letto Anna Karenina. Peraltro i russi non corrono,dato che hanno rubato loro tutte e 12 le biciclette.

Advertisements