Lorenzo & his humble friends

The fool doth think he is wise, but the wise man knows himself to be a fool

Vitas Gerulaitis

Vytautas Kevin Gerulaitis was a Lithuanian American professional tennis player who died in 1994 at the age of 40, because of a malfunction in an improperly installed pool heater that caused his death via carbon monoxide gas. Gerulaitis won the men’s doubles title at Wimbledon in 1975, as well as two Italian Open titles, in 1977 and 1979, and the men’s singles title at one of the two Australian Open tournaments held in 1977.

However, rather than for his tragic death or the titles he won, Gerulaitis is most fondly remembered as the man who never let tennis interfere with his fun. This attitude was captured by an iconic sentence he pronounced in 1979: after losing to his friend Jimmy Connors in 16 consecutive matches and then doing the unthinkable by winning, Gerulaitis commented: “And let that be a lesson to you all. Nobody beats Vitas Gerulaitis 17 times in a row!”

Capirne qualcosa

Ai miei lettori che volessero capire gli aspetti che contano davvero nell’elezione del Presidente della Repubblica italiana vorrei suggerire tre fonti.

La prima consiste negli articoli del mio vecchio professore – laddove vecchio va intenso in senso cronologico e non anagrafico del termine, ça va sans dire – che a tempo perso scrive per il Sole 24 Ore. Qui trovate tutti gli editoriali di Sergio Fabbrini; ne aspetto altri nei prossimi giorni. Per intanto vi segnalo, nell’ordine, quello su come si é trasformata l’istituzione del Capo dello Stato nel tempo, quello sulle nuove priorità dettate dal momento, quello sul ruolo del Presidente nell’attuale scenario politico e quello su come le riforme dividono i partiti al loro interno. E’ evidente che questo approccio é rigorosamente politologico ed é per questo, forse, che mi piace tanto.

Francesco Palermo, invece, mi aiuta a capire il procedere della legislatura con i suoi appunti attenti ai contenuti. Vi consiglio di guardarvi il breve intervento sulle dimissioni del Presidente della Repubblica e le recenti annotazioni in merito al procedere dell’approvazione della leggere elettorale.

Infine, oltre al politologo e al giurista/insider, vorrei consigliarvi un giornalista: Francesco Costa, che mi aiuta a far chiarezza sulle strategie dei partiti e dei singoli politici in  questi momenti complessi. Vi consiglio la sua guida a come uscirne vivi e il breve ragionamento sui paradossi di Romano Prodi come candidato al Quirinale.

Questi interventi vanno al nocciolo delle questioni invece di perdersi in interminabili speculazioni. Serve una rigorosa capacità analitica per apprezzare il vero significato dell’agenda politica, il ruolo delle istituzioni e la portata sul lungo periodo delle scelte che vengono prese oggi. Ci sono solo poche persone che ci possono aiutare a recuperare questa capacità: per questo credo sia importante selezionare attentamente le nostre fonti di informazione.

Winter 2015 collection

So when I surf the web and I find an image I like I save it for the future. Over the time I have accumulated thousands of pictures. I like to look back at these pictures every now and then. Most of them I don’t even remember where they came from in the first place. This is also the reason why I rarely share them on this blog, for I am afraid of some kind of copyright violation. But with these pictures below I seem to remember. So I can confidently put them online again, in a way I am bringing them back to the place where they were originally found. This is a collection of very scattered, seasonally-related pictures that I remember. As I said, the photos of this gallery are assembled in an absolutely random order and this is what I most like in it: there are true vintage photos of my family, magazine covers, funny shots from friends who barely remember me, paintings, caricatures, and a few reportage photos. Ladies and gentlemen, please enjoy my private Winter collection.