Eclettico

by Lorenzo Piccoli


Italian version first; English version below

Il giovane Fridtjof Nansen ebbe molteplici interessi sportivi, dedicandosi sia allo sci di fondo che al pattinaggio, ottenendo ottimi successi in entrambi gli sport; all’età di diciotto anni conquistò il record mondiale di pattinaggio sul miglio.

Come esploratore, Nansen è ricordato per il primo attraversamento sugli sci della Groenlandia (nel 1888-1889).

Dopo la prima guerra mondiale, Nansen divenne Alto Commissario della Società delle Nazioni, e fu impiegato in diverse iniziative, fra le quali l’organizzazione degli scambi di prigionieri di guerra e l’aiuto ai rifugiati sovietici; nel corso di questa operazione Nansen ideò il cosiddetto “Passaporto Nansen” per i rifugiati (1922). Il passaporto Nansen era rilasciato dalla Società delle Nazioni a profughi e rifugiati apolidi. In totale furono emessi circa 450.000 passaporti Nansen, che permisero a centinaia di migliaia di persone apolidi l’emigrazione in un paese diverso da quello di origine. Tra gli altri, l’armatore Aristotele Onassis, il pittore Marc Chagall, il fotografo Robert Capa, lo scrittore Vladimir Vladimirovich Nabokov e il compositore Igor’ Stravinskij ebbero un “passaporto Nansen”.

Nansen si occupò anche dell’assistenza alle popolazioni russe in piena carestia dopo otto anni di guerra interna ed esterna. Garantì protezione e sostegno agli esuli greci ed armeni, coinvolti dalle conseguenze di conflitti spinti da forti nazionalismi. Una situazione che, pur nel suo specifico contesto storico e geografico, dovrebbe oggi fungere da monito e da esempio.

***

Young Fridtjof Nansen dedicated himself to both cross-country skiing and skating. He obtained remarkable results in both sports; at the age of eighteen he won the world record for skating on the mile.

As an explorer, Nansen is remembered as the first person to cross Greenland side to side using cross-country skies (1888-1889).

After the First World War, Nansen became High Commissioner of the League of Nations, and was employed in various initiatives, including the relocation of prisoners of war and aid to Soviet refugees; in the course of this operation Nansen designed the so-called “Nansen Passport” for refugees (1922). The Nansen passport was issued by the League of Nations to stateless refugees and refugees. In total, about 450,000 Nansen passports have been issued over time. These passports allowed hundreds of thousands of stateless persons to emigrate to a country other than their place of origin. Notable beneficiaries of the Nansen passport are the shipowner Aristotle Onassis, the painter Marc Chagall, the photographer Robert Capa, the writer Vladimir Vladimirovich Nabokov and the composer Igor ‘Stravinsky.

As High Commissioner of the League of Nations, Nansen also assisted Russian populations affected by the famine that followed eight years of conflict and he also guaranteed protection to Greek and Armenian exiles escaping war. This story should serve as an example for today’s situation resulting from wars and famine in Africa.