Elezioni a Trento

by Lorenzo Piccoli


Domenica a Trento si voterà per rinnovare la Giunta Comunale. Io sono residente all’estero, ma scrivo un breve messaggio per convincere gli amici ancora indecisi a votare per mio zio Paolo Piccoli, che è candidato con la lista civica di centro-sinistra a supporto di Franco Ianeselli.

Non che lui abbia bisogno delle mie parole: in oltre quarant’anni di lavoro come giornalista, politico, notaio e mediatore civile, Paolo si è fatto conoscere per la sua serietà e competenza. Credo che chi ci ha avuto a che fare apprezzi soprattutto il suo straordinario senso del dovere. Paolo porta a termine i compiti che gli vengono affidati senza tante fanfare. Ai miei occhi, incarna l’esatto opposto dei simpatici cialtroni che fanno le cose alla cazzo di cane. E poi ha un amore sconfinato per l’ascolto, lo studio, la comprensione delle dinamiche sociali e dei processi economici. Quando gli si affida un progetto, una pratica, un’iniziativa, Paolo la tratta con enorme cura dei dettagli e delle possibili conseguenze.

Potete osservare questa sua meticolosità, e il coraggio di prendersi la responsabilità per le proprie azioni, dal modo in cui si è buttato in questa campagna elettorale atipica. Paolo ha girato instancabilmente per tutto il comune e intanto ha usato piattaforme digitali per dialogare con gli elettori, pubblicando oltre trenta brevi video per spiegare il suo punto di vista su diverse questioni di metodo e di programma.

Mi rassicura pensare che Paolo potrebbe essere parte dell’amministrazione comunale nei prossimi anni, perché si tratta di elezioni in cui si confrontano due visioni diverse dell’azione politica. La Lega ha vinto le elezioni provinciali un anno fa con una campagna improntata sulla sicurezza e la chiusura all’esterno. A me pare però che il Comune sia stato amministrato bene dall’amministrazione di centro-sinistra in questi anni. Personalmente, credo che Paolo aiuterà la coalizione guidata da Franco Ianeselli a portare avanti le idee di sostenibilità, promozione della cultura, e apertura ai rapporti internazionali che hanno permesso a Trento di prosperare negli ultimi decenni.

Se però la pensate come la signora L., che ha commentato la foto di cui sopra dicendo che “di uno che tègne i péi sulla taola no ghé da fidarse!“, vi incoraggio a studiare il profilo delle tante altre persone capaci di portare in Consiglio Comunale competenza e apertura al dialogo. Per conoscenza personale raccomando Andreas Fernandez (Europa Verde), Corrado Bungaro (Futura), Luca Facchini (Europa Verde) e Philipp Woelk (Insieme). Anche loro sostengono Franco Ianeselli.