Lorenzo & his humble friends

The fool doth think he is wise, but the wise man knows himself to be a fool

Category: everything

Movie directors

I love making list: I suppose it is a coping strategy to keep my memory alive. Yesterday I made a list of the movies that I watched over the last twelve months or so. There is one feat that should strike you right away. I am not talking about my crabbed handwriting.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

All the movies I recently watched were directed by white men. Why is it? I tend to pick very mainstream movies. And a recent report by the University of Southern California shows that 96% (!) of the 1,200 highest-grossing films of the last decade were directed by men. So there are 46 female directors out of 1,200.

And they are mostly white. In fact, out of 1,200 Hollywood directors there are only 4 black women (0.33%). According to the latest US census, black women are 12% of the US population.

Impressioni

Mettere qua e là informazioni irrilevanti è un ottimo modo per risultare un brillante conversatore. Come diceva Guglielmo da Baskerville, se non puoi lasciare un’impronta, tanto vale lasciare un’impressione.

Alpine skiing, 2019

February 3: Chasseron with Yvan, Jean-Thomas. Horrible weather and station purri, first freestyle experience in the forest, okay food in a picturesque chalet

February 16 and17: Zinal with Pierlu, Maria, Laure, Fabian. Fantastic weather, good group keeping up the pace wonderfully

March 10: Verbier with Yvan, Jean-Thomas and Yvan’s friend. Fantastic weather, rail n’ ski at 7 in the morning, Mont Fort.

Marc 22: Verbier with Pierlu. Car at 7 in the morning, fantastic weather, excellent lunch, sunset over Lake Leman on the way back.

March 30: Portes de Soleil with Pierlu. Car at 6 in the morning, fantastic weather and organisation, eight hours with two small breaks.

April 15: Portes de Soleil, alone. Train to Lausanne, Aigle, Champery. Bad food on the French side.

Wines

Sontuosi

Hermitage La Chapelle Paul Jaboulet Aine: named after the chapel that was created by a wounded knight of the King who took permission to retire and meditate in 1400. Jaboulet owned the chapel since the end of the First World War. It is an icon of this part of the Rhone Valley and marks where the best vines are grown

Chianti Classico Castello di Brolio: original Chianti recipe (70% Sangiovese, 15% Canaiolo and 15% Malvasia bianca) from the barone di Ferro Bettino Ricasoli

Solaia Antinori: the Antinori family revolutionised the original recipe starting from 1978: 60% Cabernet Sauvignon, 20% Cabernet Franc, 20% Sangiovese

Eleganti

Nero d’Avola biologico Barone Montalto: served at a restaurant in Reykjavik with very low expectations (What wine do you have? An Italian wine. But What wine? A red wine. Ah, okay). Soft and nice.

Primitivo di Manduria Cantina Giordano. My favourite Neuchatel treat.

Semplici

Madiran Chateay Montus: one of the few wines from the Pyrenees, il paradosso della Guascogna, how can they eat so fat and live for so long?

Domaine Fond Croze Cotes du Rhone: casual discovery thanks to François

Lagrein Dunkel Cantina Bellaveder di Faedo: sapori di casa

Pop

Chardonnay De Marchi Isole e Olena

Chateau Musar: Lebanese wine that resisted during the war

Moulin-a-vent Georges Duboeuf: un buon beaujolais

Das Phantom K+K Kirnbauer: Austrian rarity

 

nccr – on the movie

With the help of some colleagues in Neuchatel, I have organised a cineforum on migration and human mobility. There are hundreds of movies on the topic: what I like about them is the variety of different perspectives. We included in our selection mainly fictional films that focus on people leaving home and moving between, arriving, or living in a different country. Indeed, none of the movies on our list are only about migration, but they all use it to explore bizarre (sometimes), kafkaesque (often), or sad (almost always) stories.

Nccr - on the movie

Together, these movies portray some of the reasons why people move. They also show the many different facts of human mobility: the role of culture and religion, the obstacles, the stereotypes, the consequences of policies.

Useless expressions symptomatic of a sloppy mind

‘Food for thought’, ‘unpack’, ‘is key’, ‘is crucial’, ‘we should not underestimate’, ‘fascinating’, ‘interesting’, ‘I like your argument’, ‘I enjoyed reading your paper’, ‘more research is needed’, ‘great contribution’, ‘sexy topic’, ‘refreshing’, ‘not to be missed’.

Rocket Men

E’ da ormai un decennio che partecipo con alcuni amici al Fantamorto. Di seguito il regolamento di questo gioco peloso.

1) Ogni persona che intenda partecipare, deve presentare una sola lista composta di 10 nomi di personaggi FAMOSI dei quali si prevede la morte nell’anno solare 2018. Ci sono tanti nomi e fonti a cui attingere per trovare dei nominativi validi (politici, attori, attrici, cantanti, artisti, sportivi, premi Nobel, scienziati, scrittori…) per cui nomi al di fuori di questi campi potrebbero essere soggetti a previa approvazione da parte degli amministratori.

2) La data di consegna delle liste va dal 1 Dicembre 2017 fino alle ore 23:59 del 3 gennaio 2018. Nel caso in cui uno dei personaggi in lista sia deceduto entro il 31 Dicembre il nome può essere cambiato per un altro (SENZA PRENDERE PUNTI).

3) Nel caso si sia già presentata la lista per il 2017, è consentito mantenere solo 5 nomi dei 10 dell’anno scorso.

4) La celebrità del personaggio è stabilita dalla circostanza che la notizia della sua morte venga riportata su mezzi di comunicazione di rilievo nazionale e/o internazionali (vedere punti 5,6,7,8 e 9 del regolamento). E’ interesse del partecipante far conoscere la morte del suo personaggio in lista (mediante un post o un link nel gruppo) nel caso gli amministratori non vi abbiano provveduto.

5) NON si possono inserire personaggi la cui celebrità sia dovuta SOLTANTO al fatto che egli sia l’uomo o la donna più vecchio/a del mondo (oppure nazione, continente, ecc).

6) NON si possono inserire personaggi che siano stati condannati a morte entro il 3 gennaio 2018.

7) NON si possono inserire animali o personaggi fittizi (di serie tv, cartoni animati, film…)

8) NON si possono inserire personaggi che siano in stato di coma o vegetativo da lungo tempo (come ad es. Michael Schumacher) o siano affetti da una malattia terminale (condizione in cui non si ha più la possibilità di modificare il corso della malattia con terapie appropriate ed efficaci ed il malato viene assistito solo con cure palliative).

9) NON si possono inserire terroristi (la cui morte di solito non può essere confermata da fonti attendibili).

10) LA MORTE MALEDETTA: La lista deve comprendere OBBLIGATORIAMENTE almeno 1 personaggio che al 31 dicembre 2017 abbia non più di 50 anni compiuti. La morte maledetta è un evento improvviso e inaspettato, per cui non si può indicare come morte maledetta il nome di un personaggio che, pur avendo i requisiti di età, sia in stato di coma o vegetativo (ad esempio Michael Schumacher) o sia affetto da una malattia terminale (condizione in cui non si ha più la possibilità di modificare il corso della malattia con terapie appropriate ed efficaci e il malato viene assistito solo con cure palliative). Ovviamente si possono inserire anche più nominativi under-50, ma solo su uno di essi si può giocare il bonus della morte maledetta. Per evitare confusioni il nominativo va segnalato chiaramente. In caso di mancata segnalazione si considererà la persona più giovane d’età. La morte maledetta, se indovinata, ha un bonus di 50 punti.

11) La lista è considerata approvata quando si pubblicano i propri 10 nomi nel muro del gruppo (metodo preferito e più semplice) oppure si crea un documento col proprio nome da far pervenire agli amministratori. La lista si considera chiusa e definitiva alle 23:59 del 6 gennaio 2017.

12) PUNTEGGI: I punteggi si calcolano sottraendo a 151 (centocinquantuno), l’età al momento della morte (senza calcolare se gli anni sono già compiuti o meno). Esempio Dario Fo , (nato nel 1926) 151 – 88 = 63 punti. Per il personaggio indicato come “Morte maledetta” il calcolo è lo stesso più l’aggiunta dei 50 punti di bonus.

13) BONUS FIRST DEAD: Il primo partecipante che azzeca un nome fra uno dei suoi nomi nella lista ottiene un bonus di 10 punti.

14) BONUS MORTE VIOLENTA: In caso in cui un partecipante consegni la lista in cui un nominativo della stessa muoia per OMICIDIO O SUICIDIO ottiene un bonus di 10 punti.

15) In caso di morte di uno dei partecipanti al gioco egli, anche se non ha inserito se stesso nella lista, vince automaticamente il gioco. Il premio verrà consegnato al parente più prossimo. Il suicidio è vietato dal regolamento.

16) È assolutamente vietato causare o favorire in alcun modo (compreso il mancato intervento) la morte di uno dei personaggi indicati nella lista.

17) In questo gioco non si scommette sulla morte della gente. Niente soldi. E poi le cose più belle della vita non hanno prezzo.

18) È gentilmente richiesto a chiunque stia leggendo questo regolamento di astenersi dall’aprire dibattiti o fare commenti non richiesti riguardo a: cattivo gusto, rispetto per la morte, grottesco, stupidità, scommesse ed altri tag vari. Insomma, ci siamo capiti.

Ecco dunque la mia lista di quest’anno, di cui vado giustamente molto fiero. Il nome della squadra è lo stesso del post che state leggendo.

Portiere:
Antonio Razzi, 1948

Difensori:
Matteo Salvini, 1973
Giacomo Bezzi, 1963
Paolo Romani, 1947

Centrocampisti:
Dennis ‘The Worm’ Rodman, 1961
Gloria Steinem, 1934
Antonio Inoki, 1943
Padre Celestino Tomasi, 1948

Attaccanti:
Pak Doo-Ik, 1934
Kim Yong-un, 1982-1984

Fonti:

Portiere e difensore centrale

Terzino destro

Terzino sinistro

Mediano di centrocampo

Ala sinistra

Ala destra

Trequartista: uno e due

Celestino.jpg

Centravanti

Infine, giusto perché gli organizzatori sono dei maniaci, ecco il tabellone con le statistiche sempre aggiornate – ‘tutto il morto minuto per minuto‘.

One of them

Good news. In October I sent out my Ph.D. thesis and a few days ago – the moment I landed in London to see Marco, Francesca, Camilla and Isabella – I received the approval of my four jury members. I will, therefore, defend in early 2018, slightly late on my initial schedule.

When I told Jean Thomas, he said this would finally make me ‘one of us‘.

 

In the meanwhile, I have one important announcement to make. I have bought not one, but two pipes when I was in Torino with Marco: the first and more expensive one is a Chacom, billiard, Canadian-style, made in French-Jura; the other is a Piemontese Brebbia ‘da battaglia‘, small-billiard almost Price of Wales in style. It has been a fruitful season.

Settembre/Ottobre

Carrera Bikes, Arvier, Aosta, Lucio Dalla, Konstanz, Flaked, sophrologie, gruyer, Neuchatel Xamax, qualche posizione yoga qua e là, Giovanni Allevi, Radio France Culture, NIP Radio, Saint Ouen, soldatini di piombo dipinti a mano, Gore Vidal and William Buckley Junior.

North of the border

With almost 10 million square kilometres, Canada is the second-largest country in the world by total area*. However, the country’s population is not big at all: with 36 million people, Canada scores far below countries like the United States, Germany, Italy, and France. Furthermore, about four-fifths of the country’s population is urbanized and live within 200 kilometres north of the southern border in cities like Ottawa, Toronto, Montreal, Vancouver, Calgary, Edmonton, Quebec City, Winnipeg. And this you could guess by looking at the picture below: an image of Canada mapped only by roads, streets and highways.

canada roads.jpg

Bonus fact one: there are more roads on this map within 200 kilometres of the US border than there are in the remaining 3800 kilometres of Canadian soil to the north.

Bonus fact two: 59% of British Columbia’s population lives in the tiny bright chunk near Vancouver where I, too, happened to live in 2011.

* the first-largest country in the world is Russia, with more than 17 million square kilometres.