Lorenzo & his humble friends

The fool doth think he is wise, but the wise man knows himself to be a fool

Tag: old tom

A matter of targets

A few days ago I was having a conversation with Fabio. My point was, essentially, that we should never limit ourselves because we think we are not capable of something.

This, of course, is a rather banal argument and not particularly original in any way. But it is worth being remembered from time to time, as I often feel that some of my acquaintances renounce to pursue what they would love to do as they do not dare to take the first step for a change in their life. Inertia is a very dangerous thing. There are, of course, many other friends who dared to do exactly what they wanted to do: Andrew, who took off to live in Egypt; Tommaso, who’s pursuing his career in London; Stefano, who left everyone to go and live in Austin; Giovanni, who stayed in Trento to follow his passions; and many others. Anyway!

In the course of my conversation I was trying to remember a quote from the last book I read, Henry Thoreau’s Walden. I usually do not like quotes: taken out of their context their original complexity is diluted, if not distorted. But this one is particularly good. I was able to find it and it goes like this: “In the long run, men hit only what they aim at. Therefore, they’d better aim at something high.

My humble friends

I am about to begin something new in my life and I am pleased to think that many of my friends will be in a similar kind of transition.

Tommaso, Matia, Marco and Leila all won a scholarship and from October will pursue a Phd in London, Pavia, and Trento. On the other shore of the Ocean, Thomas has taken up a radio career at UVic: you can listen to his weekly podcasts here. Andrew just moved to Egypt. You can read his new blog here. Iris graduated and started working, but from what I gathered she’s still in Utrecht.

What about Anna? She is about to come back from Munich. In September she will graduate in Lugano and then she’ll take some time off to think about her best choice for a master’s program. She’ll soon be my guest here in Florence: can you possibly think of any better place to get inspired?

Warschauer Platz

Alcune note scritte di fretta dopo il mio fine settimana tedesco sulla strada tra Bruxelles e Trento.

Berlino. Di giorno ho visto molto poco: Friedrichstrasse, la Hertie School of Governance e il ristorante panoramico in cima all’Alexanderplatz Tower – gran lusso e interni posh, ma cibo mediocre. Pur frettolosamente, mi sono tornate davanti le immagini della capitale tedesca vista la scorsa estate assieme ad Iris. Piuttosto nuove, invece, e mi rimarranno impresse nella mente, le immagini notturne di Warschauer Platz, l’area appena fuori il nostro hotel. Prima d’ora difficilmente avrei potuto figurarmi uno scenario del genere. Migliaia di freak, concerti improvvisati in ogni angolo della stazione, sotto i ponti, nelle gallerie, amache per strada e musica elettronica fino alle 11 di mattina: una cosa che neppure Ciccio-Bobac e l’altro coinquilino di Giulia di cui non riuscirò mai a ricordare il nome. Raramente, forse mai prima d’ora, avevo assistito a una simile conquista degli spazi urbani.

E a corredo dei miei scarabocchi aggiungo anche un commento di critica letteraria gentilmente inviatomi da Old Tom.

A proposito di Berlino, ho appena finito di leggere “Violette di Marzo”, di Kerr, ambientato lì nel 1936. Battuta di clou di un testimone al detective privato protagonista: “Mi fa piacere vederLa quanto a Goebbels essere inculato da un ebreo”.

Spero di poter tornare a Berlino, almeno per qualche settimana, prima di sfondare i 30 anni.

Esempi

Conosco tanti cazzoni che tirano a campare facendo il minimo possibile. E poi conosco tante persone che lavorano e si inventano iniziative nuove, senza essere guidati da nessun interesse o rendiconto personale, ma solo da una genuina passione per quel che fanno.

Su questo blog ho già citato gli esempi di Walter e Piergiorgio, due maestri. Un altro esempio é quello di Old Tom, che dal 2007 organizza dei corsi di Politica per gli studenti del liceo superiore di Bologna dove ha studiato. Tom adesso vive a Londra, dove mi ha ospitato, e dove, se mi devo sbilanciare, potrebbe restare per molti anni. Per questo ha ora dovuto lasciare quest’impegno, scrivendo un bel post di congedo che vi incoraggio a leggere.

Cerco sempre di ispirarmi a buone pratiche per vivere appieno le mie esperienze, con nuove idee, entusiasmo, passione. Questo é un ottimo esempio.